8 miti da sfatare nella relazione di coppia

Miti in coppia 

 

Quali sono i falsi miti più comuni sulle relazioni di coppia?

Se avete conosciuto o state attraversando delle difficoltà di coppia, avrete senza dubbio ricevuto innumerevoli consigli.

A volte si ha l’impressione che qualsiasi persona sposata o convivente creda di detenere il segreto dell’amore eterno.

La maggior parte di queste idee, che siano scritte su una rivista di psicologia o divulgate dalla manicure di quartiere, sono sbagliate, sono dei falsi miti.

John Gottman, sostiene che le teorie alla base di questi falsi miti sono state ormai screditate o meriterebbero di esserlo, ma sono talmente ancorate alla cultura popolare che è difficile liberarsene.

8 miti da sfatare nella relazione di coppia

E’ importante comunicare bene

Di tutti i miti, il più profondamente radicato è senza dubbio quello della comunicazione.

Bisogna imparare a comunicare meglio

La popolarità di questo mito è di facile comprensione. Quando la coppia si trova in una situazione di conflitto ognuno dei partner cerca di uscirne vincitore. Ogni partner è così accecato dal suo dolore, dalla sua convinzione di avere ragione o dalla sua ostinazione a non voler essere il primo a rompere il silenzio, che interrompe tutte le linee di comunicazione possibili.

E’ dunque logico invitare ciascuno dei partner ad ascoltare, tranquillamente ed affettuosamente, il punto di vista dell’Altro, al fine di giungere a delle soluzioni di compromesso e ritrovare l’armonia coniugale.

La tecnica più comunemente raccomandata per la gestione dei conflitti è l’Ascolto attivo, una tecnica che incoraggia le interazioni tra chi parla e chi ascolta. La frase “Ti ascolto” è il leitmotiv più conosciuto di questo approccio terapeutico fondato negli anni 60 da Carl Rogers.

Forzando ogni partner a individuare le differenze di coppia, in funzione del diverso punto di vista dell’Altro, i problemi si risolvono senza collera. Un approccio consigliato indifferentemente dal tipo di conflitto coniugale in atto.

La risoluzione dei conflitti viene vista non solo come la panacea di ogni relazione di coppia in difficoltà, ma come il tonico fortificante delle relazioni felici.

E’ sicuramente più facile risolvere un conflitto quando ciascuno dei partner si apre all’ascolto dell’Altro senza giudizio, ma il problema è che questo approccio non funziona

Ricerche hanno dimostrato che, anche quando i due partner ricorrono all’Ascolto attivo, la maggior parte resta comunque in conflitto.

Il metodo dell’Ascolto attivo implica per le coppie una ginnastica affettiva di natura olimpionica. Un partner non è un terapeuta in ascolto di un paziente che si lamenta delle malefatte di un altro. La persona con la quale il/la suo/a partner si lamenta è lui.

Questo approccio non funziona dunque non soltanto perché è quasi impossibile praticarlo correttamente, ma soprattutto perché

La gestione efficace dei conflitti non è una garanzia della riuscita di una relazione

Una delle scoperte più sorprendenti di John Gottman è che la maggior parte delle coppie felici, da lui studiate, non utilizzano il metodo dell’Ascolto attivo per la gestione dei conflitti coniugali.

 

Miti in coppia – Le nevrosi o i problemi di personalità possono annientare una coppia

Le ricerche dimostrano che esiste un legame impercettibile tra le nevrosi più comuni e i fallimenti sentimentali.

La chiave di una relazione felice non risiede nell’avere una personalità “normale“, ma nel trovare qualcuno con cui la nostra personalità si sposa e funziona.

Facciamo un esempio. Paolo ha un problema nei confronti dell’autorità. Se sposasse una donna autoritaria il risultato sarebbe disastroso. Ma sposa Francesca, che non tenta di imporgli nulla e si relaziona a lui con rispetto. In questo caso, una relazione stabile e duratura è possibile.

Quello che dobbiamo ricordare è che la nevrosi non è necessariamente fatale alla buona riuscita di una relazione di coppia. Quello che conta è la modalità di gestirla

Si può tranquillamente vivere con la “tara mentale” del partner e reagire a essa con una modalità attenta. affettuosa e rispettosa.

Le attività condivise rinforzano la coppia

Tutto dipende dalla modalità con cui i due partner si relazionano quando condividono un’attività comune.

Un uomo e una donna possono condividere la passione per il Kayak, navigare tranquillamente sull’acqua, ridendo e chiacchierando, concentrandosi sulla loro attività. In questo caso il loro amore per il Kayak arricchisce e rinforza la loro unione.

Un’altra coppia può condividere la stessa passione, ma non avere rispetto reciproco. La loro navigazione è costellata da frasi come “Non si usa la pagaia in questo modo, sei un idiota!” o di silenzi irritanti. In questo modo non si comprende come un’attività condivisa possa essere di aiuto e stimolo alla loro vita di coppia.

Miti in coppia – Dare per dare

Molti pensano erroneamente che una coppia riuscita sia una coppia dove i due partner si ricompensano vicendevolmente per ogni parola o gesto gentile. In altra parole si rende un sorriso quando si riceve un sorriso, un bacio quando il partner ci bacia e così via.

In realtà questo sistema “dare per dare” è caratteristico delle coppie “infelici” dove i partner sentono il bisogno di tenere i conti di ciò che ciascuno fa per l’Altro.

Le coppie felici non hanno bisogno di dire “Faccio io la lavastoviglie perché tu hai cucinato”, lo fanno e basta perché sono appagati nella loro relazione e hanno desiderio di fare indipendentemente dalle azioni portate avanti dal partner.

Quando ci si sorprende a fare i conti in qualsiasi dominio della vita è segno che esiste una zona di tensione nella coppia

Evitare i conflitti può distruggere una relazione di coppia

Si crede spesso che bisogna dire tutto ciò che si pensa. Ma l’onestà non è sempre la migliore soluzione.

Ci sono relazioni che durano tutta una vita anche se i partner hanno tendenza a nascondere qualche segreto sotto il tappeto.

Ogni coppia ha la sua modalità per gestire un conflitto. Alcuni evitano i conflitti a tutti i costi , altri sono costantemente in conflitto, altri ancora sono in grado di affrontare le divergenze discutendo con calma e arrivando a dei compromessi senza mai alzare la voce.

Nessuna di queste modalità è migliore dell’altra. Quello che conta è che funziona per i due partner

Il problema si manifesta quando uno dei due partner vuole discutere e l’altro vuole guardare un programma alla tv.

Miti in coppia – L’infedeltà è la causa fondamentale del divorzio

Nella maggior parte dei casi è l’inverso. I problemi che causano una separazione/divorzio sono gli stessi che portano uno dei due partner a ricercare una relazione intima extra coniugale.

Le relazioni clandestine non sono generalmente mai solo una storia di sesso, ma riflettono una ricerca di amicizia, sostegno, affettuosità, sollecitudine

Solo il 20-27% delle coppie cita l’infedeltà come causa (anche secondaria) di una separazione. Nella maggior parte dei casi ci si separa perché si percepisce una distanza e una mancanza di complicità o perché non ci si sente più amati e apprezzati.

Gli uomini non sono per definizione monogami

Questa teoria afferma che l’uomo è per natura “vagabondo” e quindi non adatto alla monogamia.

E’ la cosi detta legge della giungla: il maschio della specie tende a spargere il suo “seme” ovunque per garantirsi una discendenza.

Quale che sia la natura alla quale obbediscono le altre specie viventi, nell’uomo il tradimento non è funzionale alla differenza dei generi: è una questione di opportunità.

Da quando le donne hanno avuto accesso al mondo professionale, il numero di spose “infedeli” è letteralmente esploso tanto da essere leggermente superiore a quello degli uomini (fonte Annette Lawson – Università di Berkeley California).

Miti in coppia – Gli uomini e le donne vengono da pianeti diversi

Le differenze tra i sessi possono contribuire alla nascita di problemi nella coppia, ma non ne sono la causa.

La soddisfazione amorosa e sessuale di una donna dipende al 70% dalla quantità di amicizia presente nella coppia. Per gli uomini è ugualmente un criterio determinante.

In altre parole, uomini e donne vengono dallo stesso pianeta

 

 

Seguimi anche su Facebook e su Instagram! Ti aspetto ?