Allena il tuo cervello!

 

Neuroplasticità e neuroscienze. Il nostro cervello può imparare per tutta la vita, la creatività si può potenziare, indipendentemente dall’età.

Applicando le giuste tecniche possiamo modificare l’anatomia e la struttura del nostro cervello, riattivando connessioni neuronali che credevamo perdute o sopite.

 

Neuroplasticità – Allena il tuo cervello!

 

Cos’è la Neuroplasticità – Definizione

 

Per plasticità cerebrale si intende la capacità dell’encefalo di modificare la propria struttura e le proprie funzionalità a seconda dell’attività dei propri neuroni, correlata ad esempio a stimoli ricevuti dall’ambiente esterno, in reazione a lesioni traumatiche o modificazioni patologiche e in relazione al processo di sviluppo dell’individuo. Questa capacità, che si esprime in gradi e modi diversi in tutto il sistema nervoso, si basa sulla cosiddetta plasticità neuronale. (Fonte Wikipedia)

 

Neuroplasticità – Il coraggio di cambiare

 

Il cervello umano è probabilmente l’organo più misterioso e affascinante tra tutti. Gli studi sul cervello sono relativamente recenti. Nel XVIII secolo appare la prima carta sulle funzioni cerebrali e solo nel 1932 gli scienziati cominciano a comprendere l’importante relazione esistente tra cervello e corpo.

Niente è definitivo!

I neuroni si scambiano informazioni sotto forma di influssi nervosi.

E’ a partire dalla metà del XX secolo che fa il suo ingrasso la nozione di neuroplasticità.

L’origine deriva da “neuro” che designa le cellule nervose (i neuroni) e “plasticità” che significa modellamento.

La neuroplasticità è la facoltà del sistema nervoso di riorganizzarsi quando subisce dei cambiamenti

La nozione di neuroplasticità porta in se ottimismo e speranza per tutti coloro che intendono agire e cambiare le loro cattive abitudini e crearne nuove più benefiche e produttive.

 

Use it or lose it

 

Grazie alla Neuroplasticità il cervello può disapprendere e ricostruire nuovamente. Il cervello è pratico e risponde ad un principio “use it or lose it”.

 Ciò che non è utilizzato viene perso!

Questo significa ad esempio che se ti sforzi di avere costantemente comportamenti positivi verso l’ambiente circostante come esprimere gratitudine ogni giorno e più volte al giorno, i sentimenti negativi tenderanno progressivamente a ridursi fino a sparire del tutto.

 

I tassisti londinesi possiedono più materia grigia dei tassisti di Parigi e Berlino!

Uno studio della rivista Current Biology ha rivelato che il cervello dei tassisti londinesi è diverso dagli altri.

A differenza delle strade di Parigi e Berlino facilmente navigabili, la mappa stradale di Londra somiglia ad una grande confusione di fili. Malgrado ciò, i tassisti londinesi sono efficaci e rapidi nel condurci da un punto A a un punto B.

Per ottenere la licenza devono superare un esame che attesti la conoscenza di circa 25000 vie e attrazioni turistiche della capitale.

I tassisti londinesi hanno più materia grigia nell’ippocampo posteriore (regione del cervello che gioca un ruolo primario nella memorizzazione  e navigazione spaziale) in confronto a persone di età, educazione e intelligenza similare. Questo perché più il tassista ha esperienza nel suo mestiere, più largo è l’ippocampo.

L’allenamento cognitivo, l’esercizio costante è in grado di produrre sostanziali cambiamenti fisici nel nostro cervello!

Il cervello si adatta alle esigenze cognitive del mestiere!

 

Nuove esperienze = nuovi neuroni + nuove connessioni tra neuroni

 

Il nostro cervello si modifica a tutte le età ed è questo fenomeno che chiamiamo neuroplasticità.

Grazie alla neuroplasticità il cervello è capace di compensare lesioni, di ripararsi, ma anche di sviluppare nuove funzioni e migliorarsi.

Molti fattori entrano in gioco per accrescere le potenzialità della neuroplasticità:

  • Buona alimentazione (in particolar modo i cibi ricchi di Omega3 che danno al nostro cervello “benzina” di cui necessita per lavorare)
  • Pratica regolare di meditazione/rilassamento
  • Attività fisica (liberazione di endorfine)
  • Buon sonno (riparatore per il cervello),
  • Nuove esperienze di apprendimento, …

La neuroplasticità  offre speranza se desideri modificare le tue cattive abitudini.

La prima cosa da fare è essere consapevoli di quali sono le abitudini nocive che desideri cambiare e quali sono le abitudini positive che desideri introdurre nella tua vita.

In seguito ti devi dedicare a queste ultime con impegno, costanza e regolarità.

Il cambiamento dipende dalle scelte che decidi di attuare!

Il cambiamento dipende dal tuo impegno e dagli sforzi che deciderai di intraprendere.

Il cervello realizza dei piccoli miracoli ogni secondo di ogni giorno grazie alla neuroplasticità.