Crisi professionale? Cambia prospettiva!

 

Cambiare lavoro o modificare la nostra percezione del lavoro?

 

 

Vuoi cambiare lavoro?

Sei insoddisfatto della tua attuale realtà lavorativa?

Non cambiare lavoro, è sufficiente cambiare prospettiva grazie alla ristrutturazione cognitiva

 

Passiamo la maggior parte della nostra vita al lavoro.

Moltissimi tra noi potrebbero considerare ciò privo di senso.

Se anche tu sei tra questi hai davanti tre scenari:

  • rassegnarti all’infelicità
  • cercare un lavoro più interessante
  • mantenere l’attuale lavoro e imparare a vederne gli aspetti positivi

 

Modifica il focus!

 

Non tutti hanno la fortuna di fare il lavoro dei sogni, che si accorda con i propri valori più profondi e in un ambiente sia fisico che sociale perfettamente in linea e adattato al nostro carattere.

Ma, anche se non apparteniamo alla cerchia di questi pochissimi eletti, abbiamo sempre la scelta di vivere l’esperienza professionale e osservarla da diverse angolature, prospettive.

Ad esempio posso mantenere il focus sui servizi offerti al prossimo grazie al mio lavoro, posso concentrami sui compiti più entusiasmanti o sulle relazioni arricchenti dal punto di vista umano con colleghi e clienti. Posso essere grato che grazie al mio lavoro posso crescere professionalmente.

E se proprio proprio non riesco a trovare nulla di positivo posso sempre considerare il mio lavoro come fonte di guadagno che mi permette di vivere e poter godere dei miei hobby.

 

Il nostro focus, ovvero le cose sulle quali decidiamo di porre attenzione, condizionano moltissimo le nostre emozioni e i nostri comportamenti

 

Come sostiene Thoreau se ci focalizziamo solo sulle cose negative come problemi, difetti  o altro … li troveremo persino in paradiso!

Ma abbiamo una scelta da compiere.

La scelta è vedere di una medesima realtà solo i risvolti positivi.

Potrebbe essere un gioco divertente da fare. Con l’allenamento, nella maggior parte dei casi, se cercheremo il lato positivo finiremo per trovarlo.

Possiamo trovare nel nostro lavoro qualcosa di positivo, qualcosa di bello! Incredibile, ma vero!

 

 

Vuoi cambiare lavoro – Cambia prospettiva!

 

 

Potrebbe essere un gioco: vedere il lato positivo in ogni circostanza.
Le vostre reazioni emotive sono al 95% determinate dalle vostre stesse interpretazioni dei fatti

Brian Tracy

 

 

In psicologia la facoltà di osservare una realtà secondo prospettive diverse si chiama “ristrutturazione cognitiva”.

Se ci focalizziamo solo sul negativo restando ciechi e sordi a ciò che di positivo ci circonda, ci creeremo una realtà dove gli eventi negativi saranno dovunque.
Se agiamo all’inverso, rinforziamo gli aspetti positivi e ci creiamo una realtà migliore.

Vedere il lato positivo non significa negare la realtà e chiudere gli occhi davanti ai problemi, ma al contrario essere realisti perché il positivo fa parte della realtà esattamente come il negativo.

 

Siamo noi a scegliere, in ogni istante, su quale lato della medaglia focalizzare la nostra attenzione

 

A volte cambiare punto di vista, osservare una apparente difficoltà attraverso nuove lenti aiuta a superare il nostro senso di impotenza.

Ad esempio un nuovo incarico sul lavoro può essere visto come una grande “sfiga” o come una meravigliosa “sfida”.

E’ evidente che il contesto è importante, ma non più importante della interpretazione soggettiva del contesto medesimo, ovvero del modo in cui noi (soggetti) percepiamo e interpretiamo la situazione (oggetto).

 

Esiste sempre un altro modo di vedere le cose!