Scegliere lo psicologo

 

Come scegliere lo psicologo a Milano? Chi consultare? Cosa è opportuno conoscere prima di contattare uno psicologo a Milano?

In questo articolo cercherò di fare chiarezza e aiutarti nella ricerca di un professionista competente.

Come scegliere lo Psicologo a Milano?

 

Ho raccolto nella mia prassi clinica diverse domande, poste dai mie pazienti, prima di intraprendere un percorso su se stessi.

Le più importanti domande, quelle poste più di frequente da chi desidera consultare uno psicologo psicoterapeuta, sulla psicoterapia in generale ma anche sulle modalità di svolgimento del trattamento sono sostanzialmente 3:

  • Una psicoterapia è ciò di cui ho realmente bisogno?
  • Quale professionista consultare?
  • Quali sono le domande da fare al terapeuta per effettuare la mia scelta?

 

Scegliere lo psicologo a Milano – Quando è indispensabile chiedere aiuto

 

Siamo in tanti a esserci posti questa domanda. La decisione di consultare uno psicologo non è una cosa facile soprattutto in considerazione del fatto che per molte persone il termine psicologo è ancora sinonimo di pazzia, follia.

Al giorno d’oggi nessuno può dirsi esente dalla sofferenza psichica.
Normalmente si consulta un psicologo quando le “cose non vanno”.

La decisione può richiedere del tempo per maturare, ma a volte succede che il contesto è talmente opprimente che un appuntamento diventa una necessità immediata.
Le motivazioni per consultare uno psicologo sono varie: separazione dolorosa, lutto, difficoltà familiari, preoccupazioni sul lavoro (molestie, licenziamento).

Stare male, soffrire non è per forza l’unico motivo per consultare uno psicologo . In momenti di vita particolari e di forte cambiamento, è possibile sentire la necessità di un appoggio, di un sostegno emotivo che aiuti a superare la transitorietà di un problema “esistenziale”.

Oppure senti in te la voglia di conoscerti in maniera più profonda o hai necessità di comprendere, di dare senso a degli avvenimenti o a un periodo particolare.

Essere circondati da amici è necessario, ma essere accompagnati da una persona neutrale, che è riservata a te, ti aiuta a vedere più chiaramente.

La tua sofferenza ha bisogno di essere espressa ma anche di essere ascoltata, ha bisogno di essere tradotta in parole per diminuire gradualmente perché la parola è liberatoria.

Consultare uno psicologo aiuta a modificare lo sguardo su di sé.

 

Uno psicologo ti offre uno sguardo esterno per nuove prospettive di riflessione

Psicologo Psicoterapeuta Psichiatra a Milano – Chi consultare?

 

Hai bisogno di consultare un professionista, ma ti senti un pò confuso e perso e non sai a chi rivolgerti?

Facciamo un pò di chiarezza! Di seguito troverai una breve panoramica dei diversi professionisti della salute mentale, che ti aiuterà sicuramente nella scelta del professionista maggiormente idoneo alla presa in carico del tuo problema.

Psichiatra

Lo Psichiatra è un medico specializzato in Psichiatria. Ha un curriculum universitario e ospedaliero e cura delle patologie. Può prescrivere un trattamento farmacologico e proporre un percorso psicoterapeutico solo se in possesso di una specializzazione in Psicoterapia

Psicologo

Lo Psicologo è una persona in possesso di una laurea in Psicologia. Può lavorare in diversi contesti: clinico, organizzativo, universitario, scolastico… Può svolgere una terapia di sostegno, somministrare test e questionari psicologici

Psicoterapeuta

Lo Psicoterapeuta è uno psicologo o un medico che dopo la laurea ha effettuato una scuola di specializzazione in Psicoterapia. Esistono diverse scuole di specializzazione in Psicoterapia che si caratterizzano per differenti metodi terapeutici: cognitivo-comportamentale; sistemico-relazionale; psicodinamico; gestaltico…

Psicoanalista

Lo psicanalista è uno psicoterapeuta che si ispira alla psicanalisi di Sigmund Freud e dei suoi successori. Ha effettuato un training in Psicoanalisi presso la Società Psicoanalitica Italiana (S.P.I.). Lo psicanalista deve necessariamente sottoporsi in prima persona ad un’analisi personale che può avere una durata variabile (in genere qualche anno) con il fine di risolvere eventuali conflitti personali irrisolti e di acquisire maggiori competenze professionali

 

Scegliere lo psicologo a Milano – Cosa è opportuno chiedere al professionista in un primo contatto?

 

Di seguito troverai un elenco, il più esaustivo possibile, di domande da rivolgere al professionista prima di intraprendere un percorso terapeutico:

  • Quale è il suo orientamento?
  • In cosa consiste il suo metodo terapeutico?
  • Con quale frequenza avverranno le sedute?
  • Quanto durerà la terapia?
  • Qual’è il costo di una seduta?
  • Ci sono delle regole da rispettare nel corso della terapia?
  • Quali cambiamenti mi posso aspettare?

Dopo le prime sedute è importantissimo osservare come ti senti in sua presenza. Le domande  più importanti che devi rivolgere a te stesso, le sole domanda in grado di poter efficacemente orientare la tua scelta tra continuare o interrompere le sedute sono fondamentalmente due, a mio parere  “Ho un buon feelingc on il mio terapeuta” e “Mi sono sentito ascoltato e compreso?”.

 

Se non ti senti bene accolto in un clima di fiducia, empatia, rispetto e gentilezza non esitare a cambiare professionista!

 

 

Se questo articolo ti ha aiutato a fare chiarezza, ma senti di aver bisogno dell’aiuto di uno Psicologo a Milano  compila il modulo CONTATTAMI