Come superare le fobie

 

Come superare le fobie a Milano?

Desideri saperne di più sulle fobie specifiche, sui sintomi e la cura?

In questo articolo tratterò il tema delle fobie specifiche, della causa che li determina e della loro cura e trattamento.

La lettura ti sarà sicuramente di aiuto per fare chiarezza sui sintomi e la cura delle fobie specifiche.

Come superare le fobie – Che cos’è una fobia?

 

Una fobia è un tipo particolare di paura.

Quale differenza c’è tra paura e fobia?

Una fobia è diversa da una normale paura per 3 ragioni.

La prima differenza è che la paura provata nelle fobie è particolarmente intesa e da luogo a molte delle seguenti reazioni:

  • Tachicardia (aumentata frequenza del battito cardiaco)
  • Sudorazione
  • Tremore
  • Respirazione rapida
  • Mancanza d’aria o respiro affannoso
  • Tensione muscolare
  • “Nodo” allo stomaco
  • Nausea
  • Debolezza muscolare
  • Formicolio nelle mani e nei piedi
  • Vampate improvvise di caldo e di freddo
  • Senso di costrizione o dolore al torace
  • Impulso di scappare o fuggire veramente
  • Sentirsi paralizzati
  • Piangere o gridare
  • Preoccupazioni
  • Imbarazzo o irritazione
  • Vergogna
  • Incapacità di pensare con chiarezza

La seconda differenza è che le fobie portano chi ne soffre a evitare ciò che teme (e si parla allora di evitamento) oppure a riuscire a sopportare la situazione temuta solo con molto malessere. L’evitamento si può presentare in molte forme diverse:

  • Non avvicinarsi all’oggetto o alla situazione temuti
  • Fuggire la situazione
  • Trovare scuse per non fare ciò che si teme
  • Immaginare di essere da qualche altra parte
  • Pensare a qualcos’altro
  • Guardare dall’altra parte
  • Bere alcolici o far uso di droghe
  • Prendere ansiolitici
  • Cercare disperatamente la presenza di altre persone
  • Chiacchierare con le persone con cui ci si trova senza pensare ad altro

La terza differenza tra paure e fobie è che le fobie sembrano insensate. Chi non le, ha trova difficile comprendere chi le ha, perché pensa che siano sciocche, infantili, immotivate.

Chi soffre di fobie, d’altra parte, può anche essere consapevole che la situazione temuta non sia veramente pericolosa, ma contemporaneamente continua a credere che lo sia.

Per riassumere, le fobie sono caratterizzate da 3 elementi:

  • Primo, si provano ansia e paura intense di fronte ad alcuni oggetti o situazioni
  • Secondo, si ha un evitamento delle cosa temuta o la si tollera con grande malessere
  • Terzo, vi è un conflitto tra la consapevolezza razionale che la situazione è relativamente sicura e il dubbio continuo che possa non esserlo

 

Come superare le fobie – Le fobie più comuni

 

Una cosa che colpisce è il numero limitato di fobie rispetto al numero di possibilità.

Quali sono le fobie più comuni?

Le fobie più comuni sono sostanzialmente limitate rispetto al numero di possibilità.

Paura di:

  • Buio
  • Altezza
  • Animali
  • Spazi chiusi o di essere intrappolati
  • Sangue e delle ferite
  • Acqua

Dall’elenco precedente appare evidente che si tratta di oggetti o situazioni reali di cui sarebbe giusto diffidare se si vivesse nelle condizioni in cui vivevano i nostri antenati; ad esempio un saggio timore del buio impediva di avventurarsi in caverne potenzialmente pericolose…Chi aveva queste paure aveva più probabilità di vivere fino ad un età in cui poteva trasmettere ai figli il suo patrimonio genetico.

Nell’arco di millenni, tutti gli esseri umani hanno così acquisito un certo grado di paura di queste situazioni potenzialmente pericolose. In effetti anche oggi i bambini di regola provano paura del buio, dell’altezza, degli spazi chiusi, e cosi via.

 

Come nascono le fobie?

Sembra che le fobie possano insorgere in 4 modi:

  • Prima di tutto possono essere conseguenza dell’esperienza diretta di situazioni pericolose. Ad esempio, essere morsi da un cane può essere sufficiente a generare in una persona la fobia dei cani
  • In secondo luogo può qualche volta bastare essere testimone di un fatto orribile accaduto a un altro; ad esempio vedere qualcuno morso da un cane può può essere sufficiente a generare in una persona la fobia dei cani
  • In terzo luogo la fobia può nascere per conoscenza indiretta, ad esempio se si ascoltano le terribili conseguenze che possono derivare da una situazione
  • Infine vi sono alcune persone che hanno l’impressione che la loro fobia ci sia sempre stata e non riescono a ricordare niente che possa averla iniziata. E’ possibile che il trauma si sia verificato quando erano molto piccoli e che perciò non se lo ricordino

In ogni caso, qualunque causa (o combinazione di cause) abbia scatenato la fobia, ciò che è importante è identificare che cosa la mantiene in vita

 

Come superare le fobie – Cosa mantiene in vita una fobia?

Chi soffre di fobie pensa che le situazioni temute siano molto più pericolose del reale e di quanto pensano gli altri.

In secondo luogo le fobie sono mantenute in vita proprio dall’evitamento. La fuga da ciò che si teme o l’evitarlo sono efficaci al momento, ma purtroppo subito dopo la persona comincia ad avere ancora più paura della situazione e oltretutto estende la sua paura ad altre situazioni.

Due fattori che possono aumentare l’ansia sono la tensione muscolare e la respirazione eccessiva.

 

Come superare le fobie – 3 tecniche efficaci

 

Il trattamento delle fobie è come un treppiedi: c’è bisogno di tutte e tre le gambe perché sia stabile.

I 3 tipi di tecniche riguardano:

  • Il controllo delle sensazioni fisiche (respirazione lenta ed esercizi di rilassamento)
  • La gestione dell’ansia mediante l’esposizione graduale
  • Il cambiamento dei pensieri, di ciò che ti dici

Non è tanto la gravità della paura o dell’evitamento, la durata della fobia o l’età, che determinano il successo del programma. Per superare le fobie è fondamentale la tua motivazione a cambiare! Se userai con impegno tutte e 3 le tecniche, sarai in grado di controllare le tue fobie

La soluzione migliore per superare le fobie è quindi rappresentata dal controllare l’ansia mediante la respirazione lenta, il rilassamento ed il pensiero funzionale e dal rimanere nella situazione temuta (evitare di evitare).

Il rilassamento muscolare progressivo ti aiuterà a ridurre il livello generale di tensione. La respirazione lenta e il pensiero funzionale ti aiuteranno a tenere sotto controllo l’ansia.

 

Se questo articolo ti ha aiutato a fare chiarezza, ma senti di aver bisogno dell’aiuto di uno Psicologo a Milano per superare le tue fobie compila il modulo CONTATTAMI

Cerchi un bravo psicologo per superare le tue fobie a Milano? Desideri contattare uno psicologo per gestire le tue fobie a Milano, ma non sai a chi rivolgerti? La lettura di questo articolo potrà esserti di aiuto Scegliere lo psicologo

 

 

 

Condividi